Integrazione prestazioni Fondo spese dentistiche e fisioterapiche 2018


 

Il Fondo Sani.In.Veneto ha comunicato in data 22/02/2019 che, sulla base del ruolo di presidio nell’assistenza sanitaria integrativa nelle voci Extra LEA, viste le economie di spesa che il modello misto sta permettendo, al fine di aumentare l’operatività nelle suddette categorie, andrà a mettere in atto una integrazione di prestazioni sulle liquidazioni 2018, in particolar modo nelle spese dentarie e fisioterapiche.

In particolare, questa nuova “prestazione temporanea spese dentarie e fisioterapiche 2018”, avrà ad oggetto l’erogazione di rimborsi aggiuntivi e/o ulteriori per le spese dentarie e fisioterapiche previste dal Decreto Sacconi (punti c e d dell’art 3 comma 4 DM 27/10/2009), prevedendo la possibilità di superare gli attuali massimali ove presenti e/o di liquidare nei limiti della spesa sostenuta dall’iscritto ulteriori prestazioni vincolate così come definite dal Decreto.

Detta campagna sarà valida per le richieste pervenute fino al 31/05/2019 e avrà ad oggetto prestazioni sanitarie effettuate dal 01/01/2018 al 31/12/2018, con l’obiettivo di superare la soglia del 20% obbligatoria prevista dal decreto fino al limite obiettivo del 22,00%, procedendo ove ne sussistano i presupposti con specifiche erogazioni anche in forma differita.

Le prestazioni sono ugualmente richiedibili da tutti gli iscritti del Fondo:

- iscritti alla tutela base SANI IN VENETO dipendenti di aziende artigiane e PMI ad adesione obbligatoria;

- iscritti alla tutela base SANI IN VENETO dipendenti di PMI, parti costituenti o altri settori ad adesione volontaria;

- iscritti SANI IN FAMIGLIA ad adesione volontaria (per i mesi in copertura anno 2018);

- iscritti SANI IN AZIENDA ad adesione volontaria (per i mesi in copertura anno 2018).

Si evidenzia, in analogia alle prestazioni del Nomenclatore, che la prestazione temporanea spese dentarie e fisioterapiche 2018 riguarderà ugualmente prestazioni svolte a favore degli stessi iscritti come anche il l coniuge a carico e di eventuali figli fino all’età di due anni per gli iscritti alla tutela base.

Le prestazioni saranno liquidate al verificarsi di due requisiti:

1) Il soggetto deve aver presentato fino alla data del 31/05/2019 una richiesta di liquidazione su prestazioni garantite dal Fondo e questa deve risultare non liquidata o liquidata parzialmente;

2) La prestazione sanitaria deve riguardare genericamente spese dentistiche e fisioterapiche inserite negli Extra LEA.

Le prestazioni sono erogate a rimborso, nei limiti della spesa sostenuta, al netto di eventuali ulteriori contributi dichiarati dall’iscritto (per ulteriori contributi non si intende la normale detrazione in dichiarazione dei redditi, ma una aggiuntiva liquidazione da parte di ente terzo).

Il trattamento fiscale sarà lo stesso applicato per la tutela di riferimento (SANI IN VENETO, SANI IN FAMIGLIA, SANI IN AZIENDA), alle quali si fa riferimento.  

La richiesta di contributo, viste le voci interessate, andrà inserita nella piattaforma AON. I pagamenti, saranno disposti dallo stesso Fondo Sani.In.Veneto, che resta a disposizione per ogni chiarimento. Tenendo conto dei tempi di erogazione automatica e non su richiesta del lavoratore, non verrà applicata la penale per il pagamento oltre i 15 giorni lavorativi.

Per chi avesse già presentato in precedenza richieste relative alle suddette voci, si precisa che queste verranno in automatico rivalutate senza dover ripresentare una nuova domanda. (Eccezione: per gli iscritti alla tutele SANI IN AZIENDA o SANI IN FAMIGLIA, che non hanno richieste precedenti su queste categorie di spese, va presentata specifica domanda).